Il Chelsea di Sarri

Primi spunti e indicazioni

Nella prima uscita amichevole, la nuova squadra dell’ex allenatore del Napoli ha già dato interessanti indicazioni. Vediamole di seguito:

Fase di possesso

Sotto fase di costruzione

  • Costruzione 4+1: difensori centrali aperti “a 5,5”, terzini in ampiezza massima, coinvolgimento del portiere, mediano funge sempre da vertice, con palla centrale, o da appoggio, con palla laterale; per favorire l’uscita della palla, se necessario, si abbassa anche la mezzala di parte.

Sotto fase di sviluppo a centrocampo

  • Una volta consolidato il possesso e raggiunta la metà campo, le mezzali vanno ad occupare gli spazi di mezzo nella zona di rifinitura alle spalle della linea di centrocampo avversaria, per associarsi negli sviluppi delle catene laterali (prevalentemente Fabregas) e attaccare la profondità (prevalentemente Barkley).

Sotto fase di sviluppo laterale

  • La catena laterale di destra, formata da terzino, mezzala ed esterno alto, si associa e tende alla ricerca di sovrapposizioni esterne del terzino; a sinistra, invece, l’esterno sta in ampiezza massima, senza mai stringere dentro il campo anche quando la palla è nel lato opposto, per ricercarne l’isolamento e favorirne l’1vs1, o il 2vs2 con la sovrapposizione del terzino di parte.

Sotto fase di rifinitura

  • Taglio esterno-interno dell’esterno alto (solo Pedro) per ricevere, favorito dal movimento corto-lungo della punta ad allungare la difesa se siamo in zone più basse del campo; se siamo nella trequarti avversaria, una volta ricevuta la palla ricerca combinazioni veloci con la punta, come la triangolazione con scarico, per attaccare la profondità centralmente o lateralmente sul taglio dell’altro esterno o l’inserimento in profondità della mezzala (prevalentemente Barkley).

Sotto fase di attacco della profondità

  • Oltre la punta che muove corto-lungo anche per allungare la linea difensiva avversaria, ci sono degli attacchi della profondità codificati sulla lettura della palla scoperta:

  1. Con palla scoperta nella zona laterale sinistra, Pedro taglia alle spalle del terzino avversario di riferimento;

  2. Con palla scoperta nella zona laterale destra, Barkley attacca la profondità tra il terzino e il difensore centrale avversari (favorito anche dalla posizione in ampiezza massima dell’esterno di parte, Hudson-Odoi).

Fase di transizione difensiva

  • Riaggressione immediata, pressione individuale dell’uomo più vicino al portatore palla e pressione collettiva sugli appoggi; l’esterno opposto, in caso di perdita del possesso in zona laterale, viene in diagonale dentro al campo.

Fase di non possesso

Sotto fase di pressione collettiva alta

  • Pressione collettiva che indirizza da un lato la costruzione avversaria (nello specifico, contro una difesa a tre, sul mediano avversario si alza Jorginho mentre le mezzali stanno nella mezza posizione pronte ad andare a chiudere l’esterno avversario sull’esterno: copro dentro per chiuderti fuori); la mezzala e l’esterno opposto stringono dentro il campo in diagonale; aggressività in avanti con marcatura su linee di anticipo dei difensori.

Linea difensiva

  • Difesa a zona integrale con orientamento sulla palla;

  • Elastico difensivo sulle letture di palla coperta-scoperta;

  • Aggressione del portatore palla e una linea di copertura del difensore uscito in pressione;

  • Diagonale lunga su uscita del terzino in pressione nell’ultimo terzo di campo;

  • Difesa dell’area a zona;

  • Su palla laterale negli ultimi dieci metri si difende l’area in diagonale negativa;

  • Alcuni errori, come si evince nell’ultima clip, sull’applicazione di tali principi: Zappacosta non aggredisce con tempi e distanze corrette il portatore palla, non creando quindi alcun cono d’ombra e non “coprendo” la palla, Ampadu e David Luiz, forse per compensare l’errore del compagno, decidono, rispettivamente, di seguire il movimento sul corto dell’avversario e di seguire il taglio dell’altro avversario. Così facendo, si spezza la linea e si porta maggior attenzione all’avversario, contrariamente ai principi della zona integrale con orientamento sulla palla che prevedono che i riferimenti debbano essere, in ordine, palla-linea palla porta, compagni e avversari (per un approfondimento di questi principi della fase di non possesso si veda anche http://www.obiettivorganizzazione.it/linea-difensiva-sampdoria/ o http://www.obiettivorganizzazione.it/linea-difesa-orientamento-palla-sarri/ ).

 

Francesco Bonacci

Arezzo 09/03/1994

Studente universitario

Video Analista Tattico certificato SICS

Collaboratore e Match Analyst U.C. Sinalunghese (Serie D)

francescobonacci94@gmail.com