Nel calcio moderno, il portiere deve essere considerato necessariamente il primo tassello di un sistema di gioco anche nella fase di possesso palla.
Iniziare la costruzione del gioco attraverso l’utilizzo del portiere diventa infatti fondamentale per creare superiorità numerica durante la fase di attacco.

# Costruzione corta sui centrali di difesa o sul mediano basso

1° sviluppo:
-i quattro giocatori in fase di possesso palla (portiere, due centrali di difesa, mediano basso) devono realizzare sei passaggi prima di poter effettuare un passaggio in una delle due porticine posizionate a 45 metri dalla linea di fondo;
-i tre giocatori in fase di non possesso devono lasciare libera la prima giocata del portiere;
-i tre giocatori in fase di non possesso devono recuperare palla (per inserire una progressione di lavoro si può decidere che i tre difendenti (X) lavorano prima solo su intercetto e in un secondo momento anche su contrasto);
-in caso di recupero palla, le tre X avranno come obiettivo quello di realizzare un gol entro 3 secondi, mentre i due difensori e il mediano basso dovranno ritardare la conclusione o cercare di recuperare nuovamente palla.

portiere 1

2° sviluppo:
-i quattro giocatori in fase di possesso palla (portiere, due centrali di difesa, mediano basso) devono realizzare sei passaggi prima di poter calciare in una delle due porticine posizionate a 45 metri dalla linea di fondo;
-i due difensori centrali e il mediano basso sono posizionati a 45 metri dalla linea di fondo;
-i tre giocatori in fase di non possesso devono recuperare palla (per inserire una progressione di lavoro si può decidere che i tre difendenti (X) lavorano prima solo su intercetto e in un secondo momento anche su contrasto);
-i tre giocatori in fase di non possesso palla sono posizionati sulla linea di centrocampo;
-l’azione inizia o attraverso un segnale dell’allenatore o a seguito del movimento incontro al portiere di uno tra i due difensori e il mediano basso: tutti i giocatori si muoveranno in direzione del portiere o per ricevere palla o per cercare di ostacolare la costruzione del gioco avversaria;
-in caso di recupero palla, le tre X avranno come obiettivo quello di realizzare un gol entro 3 secondi, mentre i due difensori e il mediano basso dovranno ritardare la conclusione o cercare di recuperare nuovamente palla.

portiere 2

# Giocata sul lato debole

sviluppo:
-l’azione parte con un terzino, posizionato nella zona contrassegnata di sua competenza, che gioca palla al portiere;
-il portiere, pressato da un avversario, dovrà effettuare un controllo orientato e giocare palla al terzino sul lato debole;
-gli avversari effettuano una contrapposizione attiva: i due giocatori che si oppongono ai terzini partono all’esterno delle due zone contrassegnate e possono entrarvi solo dopo il passaggio del portiere, il giocatore che si oppone al portiere dovrà partire da una distanza di 30 metri dalla linea di fondo;
-l’esercitazione si svolge in tre step: nel primo il portiere dovrà giocare palla rasoterra, nel secondo dovrà giocare una palla alta, nel terzo il portiere riceverà una palla alta che dovrà rigiocare alta al terzino sul lato debole.

portiere 3

Renato Montagnolo
08/01/1990
Allenatore Uefa B
renato.montagnolo90@gmail.com