La costruzione del Lipsia su rimessa dal fondo – di Federico Montagnolo

A cura di Federico Montagnolo – Allenatore Uefa B e match analyst FIGC – Prato, 24/03/1993 – federicomontagnolo@gmail.com

Dopo una prima parte di stagione disputata con sistemi di gioco che prevedevano una linea di difesa a 4, Nagelsmann, allenatore tedesco di 32 anni, ha cambiato.

Infatti, eccetto le partite in cui ha affrontato Borussia M’Gladbach e Eintracht Francoforte del 1/02/2020 e del 4/02/2020, Nagelsmann schiera la propria squadra con una difesa a 3 alternando il 3-4-3 al 3-5-2.

Il Lipsia al momento è posizionata al terzo posto a sole 5 lunghezze dalla capolista Bayern Monaco.

Si è qualificata ai quarti di finale di Champions League eliminando il Tottenham di Mourinho; questo risultato ha regalato a Nagelsmann il primato di più giovane allenatore ad aver raggiunto i quarti di finale di Champions League.

Nel seguente articolo viene analizzata la costruzione su rimessa dal fondo del Lipsia in situazioni di pressing ultraoffensivo da parte degli avversari.

Vengono analizzati i principi di gioco su cui si basa l’inizio azione delle partite in cui Nagelsmann ha schierato la propria squadra con sistemi di gioco che prevedevano una linea di difesa a 3.

  • PRIMO PRINCIPIO, ricerca dell’uomo libero: creare superiorità numerica iniziale portando un giocatore in più in costruzione rispetto agli avversari che si alzano in pressing. In questo caso Nagelsmann abbassa i due braccetti di difesa ai lati del portiere alza il difensore centrale al limite dell’area. Al limite dell’area si posiziona il regista quando giocano con 3 centrocampisti centrali e un mediano quando gioca con un centrocampo a due mediani. Contro 3 giocatori il Lipsia costruisce con 4 giocatori più il portiere.
  • SECONDO PRINCIPIO, dentro – fuori: se gli avversari escono in pressione coprendo le linee di passaggio per passaggio su esterno, vengono effettuate giocate dentro-fuori conduzione per dentro con giocata fuori per trovare l’uomo libero. In questo caso invece contro squadre che alzano gli esterni sui difensori per chiudere giocate esterne Nageslmann fa abbassa ai fianchi del portiere un braccetto e il centrale. Un centrocampista si smarca al limite dell’area. L’appoggio laterale per il dentro-fuori lo danno il braccetto su un lato e il quinto sull’altro.  Quando invece si alza il centrale al limite, i braccetti di difesa si aprono ai fianchi del portiere e i due quinti danno appoggio laterale; in questo caso non si abbassa nessun centrocampista in costruzione.
  • TERZO PRINCIPIO, ricerca della verticalizzazione per sfruttare la parità numerica alta: se gli avversari portano una pressione uomo su uomo, vengono cercate giocate per gli attaccanti per provare a sfruttare la parità numerica in zona alta.

Oltre a queste 3 indicazioni date da Nagelsmann il Lipsia attua un altro sviluppo su rimessa dal fondo che consiste nel rinvio lungo del portiere. Il rinvio diretto del portiere però deve avvenire con la squadra di Nagelsmann predisposta per giocare dal basso per attirare gli avversari in pressione. Con la squadra distribuita per partire dal basso e gli avversari alti si creano situazioni di 1 contro 1 da poter sfruttare grazie ad una spizzata o in seguito alla riconquista di una seconda palla.