La vittoria di domenica ai danni della SPAL ha permesso all’Inter di Conte di sorpassare la Juventus e andare in testa alla classifica.
Andiamo ad analizzare la fase di possesso palla dei nerazzurri.
Il sistema di gioco utilizzato in fase di possesso palla è il 3-5-2 contro il 3-5-2 adottato dalla SPAL allenata da Leonardo Semplici.

COSTRUZIONE

L’Inter di Conte porta molti giocatori in ampiezza “attirando” gli avversari sull’esterno del campo e lasciando libero il corridoio centrale del campo per aumentare le possibilità di verticalizzare sulle due punte. Il gioco delle due punte, infatti, è una grande peculiarità dell’Inter di Conte.
I due braccetti di difesa si aprono, difensore centrale e mediano si smarcano in diagonale dentro il campo, i due quinti e le due mezzali danno massima ampiezza e i due attaccanti danno riferimento in avanti pronti a ricevere la verticalizzazione.

La SPAL alza in pressione le due punte, i 3 centrocampisti, mezzali pronte ad uscire forte sull’esterno e Valdifiori che si alza su Brozovic, i due quinti sono larghi sui quinti o mezzali avversarie e dietro rimangono con i 3 difensori centrali contro le due punte dell’Inter.
Se la pressione ultraoffensiva della SPAL concede tempo di giocata ai due braccetti di difesa, questi appena ricevono palla giocano in avanti per uno dei due attaccanti che sono sempre vicini.

Quando la pressione ultraoffensiva della SPAL non dà la possibilità ai due braccetti di difesa dell’Inter di verticalizzare, questi vanno a giocare fuori per i quinti o per le mezzali che appoggiano per Brozovic o De Vrij che giocano in avanti di prima per le punte.

GIOCO A CENTROCAMPO

Quando l’interno di centrocampo della SPAL esce in pressione sul braccetto di difesa che porta palla, la mezzala dell’Inter si smarca dentro il campo.

GIOCO LATERALE

I due quinti dell’Inter garantiscono sempre massima ampiezza in fase di possesso palla.
Quando la palla è su un lato, la mezzala opposta si inserisce internamente e viene seguita dal quinto avversario. Il quinto dell’Inter opposto alla palla rimane largo in ampiezza massima con il quinto della SPAL che esce in ritardo.

MOVIMENTI DELLE PUNTE

L’Inter di Conte lavora molto sui movimenti combinati dei due attaccanti.
Quando il quinto di centrocampo riceve palla e viene pressato forte dal quinto della SPAL gioca di prima verso i due attaccanti che sono sempre vicini. La punta più vicina alla palla funge da esca, va incontro per poi andare via, e fa ricevere la punta più lontana.

ATTACCO ALLA LINEA

Le due mezzali dell’Inter di Conte, in particolar modo Vecino, attaccano la profondità alle spalle del quinto della SPAL che esce in pressione sul quinto nerazzurro.
I due attaccanti nerazzurri sono sempre vicini: quando uno dei due va incontro, e viene seguito da uno dei 3 difensori della SPAL, l’altro attacca la profondità alle spalle del difensore che ha seguito il movimento incontro dell’altra punta.