Il lavoro di costruzione di Pep Guardiola prosegue. Così si può intitolare questo inizio di stagione del Manchester City guidato dall’allenatore catalano.

Un lavoro di costruzione/evoluzione che ha portato la squadra inglese ad adottare con continuità il sistema di gioco 3-5-2, uno dei sistemi maggiormente in voga nel calcio moderno. Come ben illustrato nel libro pubblicato da www.allenatore.net, nonostante venga considerato erroneamente un sistema difensivo, alcuni tra i migliori tecnici in circolazione ne hanno dato un interpretazione offensiva, efficace e spettacolare. L’interpretazione di Guardiola, come si può vedere, risulta molto diversa da quella di Antonio Conte.

Nonostante l’utilizzo di un sistema di gioco diverso da quelli utilizzati in passato da Guardiola, i suoi principi non sono cambiati.

 

[Leggi cliccando qui articolo + video sui principi di Pep Guardiola]

 

1) Costruzione bassa contro pressing di tre uomini

– ricercare una superiorità numerica centrale utilizzando il portiere, l’arretramento del regista o un passaggio diretto/combinato per il regista alle spalle della prima linea di pressione

2) Costruzione bassa contro pressing di tre uomini

– ricercare una superiorità numerica laterale attraverso l’arretramento di un quinto di centrocampo con un passaggio combinato (giocata sul terzo uomo passando dal mediano) o diretto

3) Costruzione alta contro pressing di due uomini

– sfruttare la superiorità numerica dei tre difensori ricercando un’uscita in conduzione per superare la prima linea di pressione e creare superiorità numerica a centrocampo

4) Fase di possesso nella metà campo avversaria

– Sviluppi in ampiezza sfruttando il posizionamento dei due “quinti”
– Sviluppi tra le linee sfruttando il posizionamento delle due mezzali alle spalle dei centrocampisti avversari

5) Fase di possesso nella metà campo avversaria
(comportamenti e principi di gioco dei due attaccanti)

– I due attaccanti non occupano la zona centrale
– Uno dei due attaccanti si smarca sul corto per dare soluzioni tra le linee al possessore di palla e facilitare lo sviluppo del gioco
– L’altro si estranea dal gioco mettendosi alle spalle o ai fianchi del difensore centrale lontano dalla palla, per:
1) allungare la linea difensiva avversaria rendendo difficile l’accorciamento sugli smarcamenti tra le linee
2) si prepara ad attaccare la profondità centralmente con movimenti in direzione della porta
Parafrasando lo stesso Guardiola: “il nostro centravanti è lo spazio”