Un principio di gioco individuale molto interessante è quello che potremmo chiamare “gioco e mi muovo in avanti”. 

Questo principio può risultare molto efficace in quanto, muovendomi in avanti, c’è la possibilità di attaccare la linea difensiva avversaria negli spazi liberi alle spalle della stessa o negli spazi liberi tra i difendenti.

Se mi ritrovo a ridosso dell’area di rigore avversaria, verosimilmente, non avrò necessità di garantire uno scarico ai miei compagni, quindi posso giocare la palla ed attaccare la linea con un movimento in avanti.
Tale soluzione risulta di difficile risoluzione da parte dei giocatori avversari, in quanto un inserimento da dietro crea un dubbio su come gestire l’inserimento: o corre all’indietro un difendente o viene assorbito da un giocatore che lo “vede”.
Tutto questo potrebbe risultare ancora più difficile per i veloci tempi di giocata, in ragione degli spazi ridotti nei pressi dell’area di rigore, sopratutto qualora il giocatore che si muove in avanti arrivi in corsa.
A cura di Francesco Bonacci – Arezzo 09/03/1994 – Allenatore Uefa C e Match Analyst – Aquila Montevarchi 1902 (Serie D) – francescobonacci94@gmail.com