Ultimamente si sente spesso parlare di marcatura/copertura preventiva senza cognizione di causa.

Cos’è in realtà una chiusura preventiva? E’ una tattica difensiva che si attua durante la fase di possesso di palla e ha come obiettivo quello di non concedere contropiedi alla squadra avversaria bloccando gli avversari che stanno sopra la linea della palla.

Questo fondamentale accorgimento difensivo deve essere applicato da tutti quei giocatori che durante la fase di possesso palla si trovano sotto la linea della stessa e non sono collegabili con un passaggio di scarico.

Questi giocatori possono essere utilizzati in due modi:

  • se la scelta tattica presuppone una marcatura preventiva, devono marcare preventivamente i giocatori avversari che si trovano sopra la linea della palla e che fungono da ricevitori per un’eventuale ripartenza;
  • se la scelta tattica presuppone una copertura preventiva, devono garantire copertura ai compagni in possesso palla posizionandosi dietro la linea della stessa senza marcare avversari.

Le chiusure preventive garantiscono quindi di giocare la fase di possesso con la sicurezza di non subire un contropiede avversario.

Come si possono allenare le chiusure preventive?
Ovviamente ci sono svariati tipi di soluzioni.
Dal mio punto di vista, ritengo che la partita a tema sia il modo più efficace.
Vediamo un esempio.

Partita a tema.

Obiettivi tattica collettiva: attacco su lato debole – chiusure preventive

Numero giocatori: 20+2 portieri

Si affrontano due squadre in una partita a tema 11c11.

La squadra in possesso palla gioca in superiorità numerica, in quanto gli attaccanti della squadra in non possesso non possono difendere.
La squadra in possesso palla può ottenere punti in tre modi:

  • segnando normalmente nella porta difesa dal portiere (il gol vale 1 punto);
  • segnando nella porta difesa dal portiere a seguito di un’azione sviluppatasi dopo almeno 4 passaggi in un settore esterno del campo e un cambio gioco nel settore opposto (il gol vale 3 punti);
  • segnando in una porticina laterale a seguito di un’azione sviluppatasi dopo almeno 4 passaggi in un settore esterno del campo e un cambio gioco nel settore opposto (il gol vale 2 punti).

Terminata l’azione della squadra in possesso palla o durante l’azione stessa, l’allenatore può giocare un pallone ad uno degli attaccanti della squadra che stava difendendo.

A questo punto, la squadra che aveva il possesso palla deve difendersi dai soli tre attaccanti. Se i tre attaccanti riuscissero a segnare un gol nella porta difesa dal portiere, la loro squadra otterrebbe 4 punti.

Attraverso questa regola si stimolano i giocatori sotto la linea palla della squadra in possesso ad effettuare chiusure preventive efficaci per impedire ripartenze veloci e agevolare la transizione negativa di tutta la squadra.

chiusure preventive

 

Renato Montagnolo
08/01/1990
Allenatore Uefa B
renato.montagnolo90@gmail.com