La fase offensiva del Leeds di Bielsa – a cura di Federico Montagnolo

 

“El Loco” Marcelo Bielsa è entrato nel cuore dei tifosi del Leeds dall’anno scorso e, nonostante non abbia centrato la promozione in Premier League la stagione scorsa, è stato confermato e anche quest’anno sta facendo divertire i propri tifosi. Al momento il Leeds di Bielsa è primo in classifica, un punto sopra la seconda e 7 sopra la terza in classifica. Il Leeds sta mostrando il calcio offensivo e verticale che ha sempre contraddistinto le squadre allenate da Bielsa.

Perchè si parla di calcio verticale del Leeds? Si intende un calcio verticale perchè la richiesta di Bielsa è quella di smarcarsi e giocare in avanti, ogni volta che è possibile.

 

Dopo aver analizzato questo principio dello stile di gioco di Bielsa vediamo più in particolare come gioca il Leeds. In questa analisi sono state prese in considerazione partita in cui il Leeds è stato schierato col sistema di gioco 4-3-3 e ha affrontato squadre che giocava 4-4-2 o 4-2-3-1.

COSTRUZIONE: il Leeds costruisce coi 4 difensori più il mediano davanti la difesa. Quando la palla va su uno dei due terzini e la seconda punta o il trequartista si alza sul difensore centrale per oscurare il retropassaggio, il mediano si alza e si smarca in avanti per ricevere libero alle spalle della prima linea di pressione avversaria.

Quando invece il mediano viene marcato da uno dei 2 attaccanti avversari e i suoi smarcamenti vengono seguiti, i due difensori centrali se hanno spazio entrano dentro il campo in conduzione.

GIOCO A CENTROCAMPO: quando i due attaccanti avversari non pressano i due difensori ma non concedono spazio per la conduzione, i centrocampisti del Leeds eseguono delle rotazioni per smarcarsi. Se i centrocampisti avversari si fanno attrarre dallo smarcamento incontro, una delle due mezzali gli si smarca alle spalle e viene servita da uno dei due difensori centrali e si trova libero in zona di rifinitura.

GIOCO LATERALE: quando il terzino riceve palla e viene pressato forte, gioca palla su chi si smarca davanti a sè e si ripropone per chiudere la triangolazione.

Sulla fascia laterale il Leeds combina molto e ci sono dei continui interscambi fra i giocatori della catena laterale. Quando l’esterno viene incontro la mezzala attacca la linea alle spalle del terzino che esce sull’esterno.

Giocare dentro per sviluppare fuori tramite combinazioni e nello stretto e interscambi della catena laterale formata da terzino, mezzala ed esterno alto.

 

 

ATTACCO LATERALE: negli ultimi 30 metri di campo il Leeds porta molti giocatori su un lato per ricercare combinazioni nello stretto. Oltre ai 3 giocatori della catena laterale anche la mezzala opposto e l’attaccante centrale si buttano sul lato dove il Leeds sta finalizzando l’azione.

CAMBIO GIOCO: quando la palla è su un lato, l’esterno opposto rimane largo sull’altro e viene cercato con cambio gioco. Quando l’esterno riceve il cambio gioco, terzino e mezzala di parte sovrappongono e si inseriscono per creare superiorità numerica.

ATTACCO ALLA LINEA: quando l’attaccante centrale viene incontro o si smarca sull’esterno per combinare coi compagni, mezzali ed esterni attaccano la linea centralmente.

ATTACCO DELLA PORTA: quando il Leeds va al cross almeno 4 giocatori riempiono e attaccano l’area di rigore avversaria.

 

PRESIDIO AREA DI RIGORE: quando la squadra va al cross, almeno due giocatori occupano il limite dell’area di rigore per raccogliere un’eventuale respinta avversaria.

TRANSIZIONE DIFENSIVA: il Leeds attacca con molti uomini e quando perde palla effettua una riaggressione in avanti ed è sempre ben organizzato dietro con marcature preventive e un uomo che dà copertura.

Articolo e analisi video a cura di Federico Montagnolo, allenatore Uefa B e match analyst FIGC