La costruzione dell’AZ Alkmaar di Arne Slot: strategia tattica contro l’Ajax – di F. Montagnolo

L’Alkmaar è la sorpresa del campionato olandese di questa stagione. A sorprendere, oltre al primato, è la quantità di giovani che compongono la prima squadra e che da protagonisti stanno portando avanti il sogno di riconquistare dopo 11 anni l’Eredivisie.
La squadra è guidata da Arne Slot, giovane allenatore classe 1978, che quest’anno ha sostituito sulla panchina dell’AZ Alkmaar John van den Brom.

In questo articolo analizzeremo come Arne Slot ha preparato la costruzione dal basso contro l’Ajax che ha permesso all’AZ Alkmaar di agganciare i lancieri alla vetta della classifica.

 

Prima di vedere nel particolare la costruzione dell’AZ Alkmaar vanno fatte alcune premesse:

  • costruire dal basso e superare il primo pressing avversario permette di attaccare a campo aperto con i difensori avversari che corrono all’indietro;
  • iniziare la propria dal basso permette di attrarre il pressing avversario e poi giocare alle spalle della prima pressione e andare in zona di rifinitura;
  • costruire dal basso quando gli avversari effettuano un pressing ultraoffensivo uomo su uomo è rischioso ma superare la prima pressione avversaria permette di finalizzare la propria azione in superiorità numerica.

In alcune situazioni costruire dal basso ed uscire palla a terra è troppo rischioso e quindi l’unica soluzione a volte è mettere la palla sopra per sfruttare situazioni di parità numerica.

 

Vediamo adesso la strategia adottata da mister Arne Slot per superare la pressione avversaria dell’Ajax.
Nell’analisi video sono racchiuse sia azioni che riguardano la costruzione su rimessa dal fondo sia costruzioni con palla in movimento.

COSTRUZIONE CORTA

L’Ajax effettua un pressing ultraoffensivo marcando tutti gli appoggi lato palla e l’AZ esce dal basso andando a giocare sull’altro lato trovando il terzino opposto che riceve libero.
Le squadre che effettuano un pressing a uomo hanno difficoltà quando gli avversari giocano sul lato opposto all’azione. Infatti gli esterni opposti si abbassano e stringono per creare densità dentro il campo e superiorità numerica difensiva.

COSTRUZIONE LUNGA

Quando l’Ajax riesce a togliere tutte le linee di passaggio, compresa la giocata sul terzino opposto, il portiere dell’AZ calcia lungo trovando l’esterno opposto che riceve libero fra le linee dietro l’attaccante che fissa il difensore centrale dell’Ajax.
Anche in questo caso è una giocata sul lato opposto all’inizio dell’azione a permettere all’AZ di trovare un uomo libero.

Se l’Ajax marca tutti i giocatori a uomo, l’AZ effettua uno/due passaggi in orizzontale per attrarre ancora di più il pressing avversario. Dopo uno/due passaggi i difensori dell’AZ calciano lungo per sfruttare le situazioni di parità numerica che si vengono a creare.

 A cura di Federico Montagnolo
 Allenatore Uefa B
 Match analyst FIGC