Attaccare lo spazio centralmente

“Il mio centravanti è lo spazio” Pep Guardiola

Nella partita di campionato Roma-Atalanta è stato possibile notare come entrambe le squadre, in modi e per motivi diversi, cercassero di lasciare libero lo spazio “del centravanti”, cioè lo spazio centrale nella zona dei difensori centrali avversari.

1. L’Atalanta non ha centravanti di ruolo: nel suo 3-4-1-2, c’è un trequartista d’inserimento e le due punte che giocano esternamente.
Senza dare punti di riferimento centralmente, l’Atalanta sviluppa ricercando combinazioni veloce, a un tocco, tra questi tre giocatori per poi andare ad attaccare lo spazio libero centrale, giocando sia palla sul trequartista che sulle punte esterne.
2. La Roma invece ha un centravanti di ruolo, Dzeko, ma quest’ultimo tende, con movimenti sul corto con palla centrale o laterale, a liberare quello spazio, da attaccare poi con inserimenti delle mezzali o tagli delle punte esterne; la ragione è da rinvenire nel principio difensivo della fase di non possesso dell’Atalanta, cioè una difesa a uomo in avanti a tutto campo: costringere i giocatori a difendere all’indietro e a difendere lo spazio. Se difendono a uomo, lavoro sullo spazio; se difendono lo spazio, lavoro sull’uomo.

 

Francesco Bonacci, Arezzo 09/03/1994
Studente universitario
Video Analista Tattico certificato SICS
Collaboratore e match analyst U.C. Sinalunghese (Serie D)
francescobonacci94@gmail.com