Il pressing a uomo, l’intensità e la fase offensiva accompagnata da molti giocatori stanno rendendo l’Atalanta di mister Gasperini ogni giorno più grande. L’ultimo a fare molti complimenti all’Atalanta e al suo stile di gioco è stato Antonio Conte sia alla vigilia che nelle interviste post match proprio contro la squadra bergamasca. Conte si è soffermato sull’aspetto dell’intensità, dei ritmi e della forza fisica che caratterizzano la squadra di Gasperini.

In questo articolo analizzeremo la fase di non possesso della squadra nerazzurra allenata da mister Gasperini.
L’Atalanta difende andando creare dei veri e propri duelli uno contro uno a tutto campo. Per analizzare questo tipo di difesa prenderemo in esame alcune azioni dell’ultima partita del girone di andata del campionato di Serie A.

PRIMA PRESSIONE:
– Zapata marca de Vrij e i due trequartisti, Papu Gomez e Ilicic, marcano i due braccetti della difesa a 3 dell’Inter
– Pasalic si alza in pressione su Brozovic che si mette al limite dell’area sulla linea di De Vrij
– Gosens e De Roon sono pronti ad uscire forte su Candreva e Biraghi ma rimangono a metà strada prima che il portiere interista rimetta in gioco il pallone indirizzando la costruzione dell’Inter su un lato o sull’altro. Se il pallone viene giocato verso sinistra De Roon esce forte su Biraghi e Gosens stringe e si abbassa un po’ mentre se il pallone viene giocato a destra è Gosens che esce forte su Candreva con De Roon che si abbassa e stringe.
– Hateboer marca Gagliardini che si alza e si allarga
– Djimsiti si alza e marca Sensi, Palomino marca Lukaku e Toloi prende in consegna Lautaro Martinez

PRESSING A CENTROCAMPO:
– Zapata, Gomez e Ilicic marcano i 3 difensori centrali dell’Inter
– Pasalic marca Brozovic, De Roon invece marca Gagliardini ma quando la palla gira sul lato destro dell’Inter stringe e dà un po’ di copertura senza mai perdere di vista Gagliardini
– I due esterni del centrocampo a 4 dell’Atalanta marcano i quinti dell’Inter, ma quando la palla è su un lato l’esterno opposto molla la marcatura e stringe un po’ dentro il campo
– Djimsiti esce sempre forte e in anticipo su Sensi e quando la palla va sul lato sinistro dell’Inter si abbassa per dare un po’ di copertura tenendo sempre contatto visivo col diretto avversario
– Palomino e Toloi giocano a uomo su Lukaku e Lautaro Martinez

LINEA DIFENSIVA:
anche quando l’Inter è nell’ultimo terzo di campo gli esterni dell’Atalanta rimangono “scollegati” ai 3 difensori centrali, non si preoccupano di dare copertura e il compito principale rimane uscire forte nel caso ricevano palla i quinti dell’Inter. Djimsiti esce sempre forte su Sensi per non lasciargli tempo e spazio di giocata mentre Palomino e Toloi giocano a uomo su Lukaku e Lautaro Martinez.

Nel video realizzato da Federico Montagnolo, allenatore Uefa B e match analyst con qualifica FIGC, si mettono in evidenza conseguenze e caratteristiche del pressing a uomo dell’Atalanta di Gasperini